Vai al contenuto

Guida alla Musica per il Funerale: ruolo, origini e scelte appropriate

Guida alla Musica per il Funerale: ruolo, origini e scelte appropriate

Il Ruolo della Musica per il Funerale

Il potere evocativo della musica è pari alle sue doti curative e terapeutiche. Da sempre le canzoni hanno la forza e la capacità di suscitare emozioni, evocare ricordi, assecondare stati d’animo.

La musica ha sempre giocato un ruolo significativo nei riti funebri, offrendo conforto e supporto ai partecipanti.

Una scelta accurata della musica può aiutare a creare un’atmosfera di rispetto e commemorazione, facilitando il processo di lutto e celebrando la vita del defunto.

L’utilizzo di marce funebri infatti gioca un ruolo fondamentale nell’elaborazione del lutto, evitando assordanti silenzi nei momenti più tristi della cerimonia e favorendo l’espressione delle emozioni, come il pianto, che contribuiscono a liberarsi dal dolore interiore.

L’Origine di Canti e Marce Funebri

Le tradizioni musicali legate ai funerali hanno origini antiche e variano da cultura a cultura.

Si racconta che sin dai tempi degli Etruschi e dei Greci fosse comune l’uso di integrare le cerimonie funebri con esibizioni di cetre e flauti.

Le marce funebri,  risalgono almeno all’antica Grecia e venivano utilizzate per accompagnare i defunti verso il luogo di sepoltura.

Durante le cerimonie funebri dei Romani, i suonatori accompagnavano il corteo di lutto durante tutte le processioni.

Nel Seicento, emerse la pratica di affiancare, nei funerali di personaggi illustri, i cortei funebri con marce solenni dal tono marcatamente militare. Questa tendenza raggiunse la sua massima espressione artistica nel corso dell’Ottocento, quando famosi compositori crearono Requiem e composizioni marziali per tali occasioni.

Ne è un famoso esempio la marcia Eroica di Beethoven che ispirò anche le successive composizioni funebri di Chopin, ancora ampiamente utilizzate nei funerali contemporanei.

È deceduta una persona cara?
Possiamo aiutarti subito!

Cosa Suonare ad un Funerale?

La scelta della musica per un funerale dipende spesso dalle preferenze personali del defunto e dei suoi familiari, nonché dal contesto e dal tipo di servizio funebre.

Tuttavia, la maggior parte delle persone optano per brani che evocano sentimenti di pace, speranza e ricordo. Spesso proposte nei programmi musicali dei funerali troviamo le marce funebri, le arie religiose e le ballate commoventi.

Celebri Marce Funebri

La marcia funebre più celebre è comunemente conosciuta semplicemente come “Marcia Funebre” ed è il secondo movimento della Sonata per pianoforte n. 12 in do minore di Ludwig van Beethoven. Tuttavia, esistono molte altre composizioni chiamate “marcia funebre” scritte da vari compositori nel corso della storia.

Tra queste emergono quelle di Chopin, Liszt e Mahler.

Che Canzoni si Cantano ai Funerali?

Le canzoni cantate ai funerali possono variare notevolmente a seconda delle preferenze culturali e personali.

Bisogna fare una netta distinzione infatti tra la musica scelta per una cerimonia religiosa e quella scelta per un funerale laico.

Come è facilmente intuibile, il funerale laico lascia più scelta espressiva. Alcuni esempi comuni di musica per il funerale includono canzoni che evocano sentimenti di speranza, amore e ricordo, come: “Amazing Grace”, “Ave Maria”, “Hallelujah” di Leonard Cohen e “My Way” di Frank Sinatra.

Tuttavia, la scelta delle canzoni dipende spesso dalle preferenze individuali del defunto e della sua famiglia.

Ciò che accomuna la musica scelta per il funerale è il ritmo lento e con andamento triste e regolare: nei programmi musicali dei funerali troviamo soprattutto marce funebri, arie religiose e melodie commoventi.

Qualsiasi sia la scelta, nell’organizzazione delle cerimonie funebri, è cruciale effettuare una selezione ponderata dei tempi e adattare la durata dei diversi momenti dell’evento.

Sia che si tratti di una funzione religiosa o laica, è essenziale rispettare il protocollo che in linea di massima prevede:

  • all’inizio, composizioni musicali più estese, senza testo, che possano accompagnare i momenti iniziali in cui i partecipanti si riuniscono presso il luogo della cerimonia.
  • durante l’evento, è consigliabile preferire brani più brevi che fungano da ponte tra le varie fasi e consentano alla congregazione di partecipare attraverso il canto
  • alla conclusione, brani più lunghi che permettano a coloro che lo desiderano di salutare la famiglia del defunto.

 

Ci impegniamo ad onorare la memoria dei tuoi cari in modo unico e rispettoso.

È deceduta una persona cara?
Possiamo aiutarti subito!

Musica per il Funerale Religioso

Nei funerali religiosi, la musica ha un ruolo particolarmente importante nel creare un’atmosfera di devozione e riflessione.

Le composizioni sacre, come i corali e le preghiere cantate, sono spesso eseguite per onorare la fede del defunto e fornire conforto spirituale ai partecipanti.

In una cerimonia cristiana, la scelta dei canti religiosi è lasciata solitamente alla Chiesa che proporrà un repertorio di brani simile per tutti i funerali.

La funzione funebre religiosa prevede musica in differenti momenti della celebrazione:

  • l’ingresso in chiesa
  • l’incensazione della salma
  • l’offertorio
  • la comunione
  • il congedo finale.

La scelta della musica ricade tra

  • canti gregoriani,
  • canzoni liturgiche
  • brani di musica classica

 

Nonostante sia la chiesa stessa ad occuparsi della musica durante la cerimonia, si può concordare con il parroco una lista di canzoni specifiche in base alla volontà del caro defunto, ricordandosi però che al momento dell’eucarestia, il canto dovrà essere rivolto a Dio e che i testi delle canzoni, naturalmente, dovranno rispettare i dettami della Chiesa Cattolicail

È deceduta una persona cara?
Possiamo aiutarti subito!

Musica per il Funerale Laico

Nei funerali laici, la scelta della musica può essere più diversificata e riflettere le preferenze personali del defunto e del legame con i suoi familiari.

La musica per i funerali laici celebra la vita del defunto in modo unico e significativo.

La libertà di scelta spazia dal repertorio religioso, alla musica pop. L’unico limite è legato al buon senso: si tratta di musica per un momento di lutto e quindi è meglio non esagerare.

Chi Suona musica ai Funerali?

L’accompagnamento musicale durante un funerale può essere gestito da musicisti professionisti, cori, ensemble, parenti e amici con competenze musicali  o semplicemente da un lettore musicale.

La scelta dipende spesso dalle risorse disponibili e dalle preferenze personali del defunto e della sua famiglia.

Gli organizzatori del servizio funebre o l’agenzia di onoranze funebri possono aiutare a coordinare la musica e a garantire che sia appropriata per l’occasione.

Onoranze funebri F.lli Brioschi, grazie all’esperienza acquisita negli anni, è in grado di consigliare  accompagnamenti musicali personalizzati e in linea con le volontà del tuo caro defunto.

È deceduta una persona cara?
Possiamo aiutarti subito!

Se hai bisogno di ulteriori informazioni, non esitare a telefonarci o  contattarci.